Lo sbiancamento dentale rappresenta una procedura molto diffusa che tende a conferire brillantezza e biancore alla dentatura.


Questa tecnica si trova anche nel campo dell’odontoiatria estetica, perché migliora nettamente il sorriso.


È usata nei casi di pigmentazioni dovute all’uso di tetracicline, pigmentazioni batteriche da cibo (caffè, tè, ecc), da tabacco e anche dai cambiamenti dovuti all’età.

Sbiancamento dentale

Il metodo utilizzato dello sbiancamento dentale consiste nell’applicazione di un gel sbiancante, di solito a base di perossido di carbonide.


Questo agente ossidante penetra attraverso le micro porosità dello smalto sino a raggiungere i depositi di sostanze pigmentanti, arrivando fino alla dentina; viene applicato avvalendosi di apposite mascherine personalizzate.


La metodologia dello sbiancamento dentale, può essere effettuata sia nello studio sia a domicilio, ma per ottenere un risultato migliore è consigliabile che tale trattamento sia eseguito nello studio odontoiatrico, a volte viene anche utilizzata una speciale fonte luminosa.

image to be cropped
Share by: